Aggiornamento Arianna 3.16 SP6

È stato rilasciato il nuovo aggiornamento di Arianna con esecuzione obbligatoria per l’utilizzo del societario.

Le novità di maggior rilievo introdotte con questo rilascio segnaliamo:

Societario

  • Rilascio per l’utilizzo del nuovo Webservice invio pratiche di Bilancio e Comunicazione Unica

Black box

  • Introdotta la versione 7.1.27 dei controlli Sogei.

Cerca atto

  • Aggiunta nella funzione cerca atto la possibilità di cercare anche per la materia o il gruppo di materie della pratica collegata al documento.

Repertorio

  • Corretto la modifica della natura dalla funzione “modifica natura”.

Gestione Pratiche

  • Ottimizzata la gestione delle anteprime dei documenti allegati alla pratica.

VisiCat

  • Velocizzato il test di verifica se un file è una visura catastale.
  • Corretto un errore in import della visura catastale in caso di categoria D/10

Esperto UNICO

  • Corretta tassazione ”1° casa under 36”: aggiunta imposta bollo e tassazione nota.

Esperto tavolare

  • Formattazione testo. Corretto malfunzionamento evidenziato nella formattazione interna di un paragrafo in caso di drag and drop o copia incolla.
  • Corretto un malfunzionamento grafico del titolo del bottone Dispositivo, che si modificava solo al riempimento dei campi Dispositivo, ma non per il campo Premessa.

Teleassistenza

  • Aggiornato il QS di TeamViewer alla versione 15.

Videoscrittura Word – Stilo

  • Varie implementazioni e correzioni.

Qualora fosse interessato ad approfondire le novità introdotte con gli ultimi aggiornamenti la invitiamo a contattare il Suo centro di assistenza di riferimento.

ARIANNA si arricchisce di una nuova videoscrittura basata su Word!!!

Stilo

Digital Office N ha sviluppato un programma denominato Stilo il quale aggiunge a Word tre schede che raggruppano tutte le funzioni di Arianna utili/necessarie per la redazione di un documento notarile.

Molteplici le finalità che hanno dato vita a questo innovativo progetto:

  • integrare tutte le prerogative di un software per la redazione di un atto notarile (sia in termini di costruzione dell’atto che di riconoscimento dei dati variabili ai fini della produzione di repertorio e formalità) con la necessità di poter condividere il documento, preventivamente alla stipula, con il mondo esterno (aziende, banche, studi legali ecc.);
  • semplificare la modalità di creazione di un formulario di Studio e, soprattutto, renderne interattivo il suo aggiornamento contestualmente alla redazione di ogni singolo atto. Uno dei problemi maggiormenti sentiti negli Studi notarili è rappresentato infatti dalla mole di lavoro preventivo che richiede l’aggiornamento di un formulario. Stilo consente allo Studio di poter aggiornare il proprio formulario non in forma preventiva ma ogni qualvolta la redazione di un atto coinvolga una clausola soggetta a revisione. L’interazione tra atto da stipulare e formulario è molto sofisticata ma, al tempo stesso, di immediato e semplice utilizzo da parte dell’operatore;
  • disporre delle prestazioni della più potente videoscrittura presente nel mercato. Controllo e gestione revisioni, correttore ortografico, dettatura sono solo alcune delle funzioni sempre disponibili. Particolare valenza assume la gestione dei commenti di Word che consente un’immediata tracciabilità delle clausole inserite nel corpo dell’atto e dei quesiti che, eventualmente, l’operatore dovesse porre al Notaio;
  • velocizzare la redazione dell’atto grazie a funzioni quali ELENCO VALORI che permettono di definire liste di opzioni di facile e rapido utilizzo.

Stilo può essere installato su Office 2019 e Microsoft 365 desktop.

Aggiornamento Arianna 3.16 SP5

È stato rilasciato il nuovo aggiornamento di Arianna con diverse novità e miglioramenti.

Tra le novità di maggior rilievo introdotte con questo rilascio segnaliamo:

La nuova visura catastale

È ora disponibile l’estrazione degli immobili e degli intestatari dalle Visure Catastali con il nuovo formato grafico.

Notaria

L’integrazione di Arianna con la piattaforma intelligente che consente:

  • Il controllo della correttezza formale degli atti attraverso la verifica delle leggi richiamate nel testo;
  • La ricerca di leggi, documenti, informazioni correlate all’atto su cui si sta lavorando;
  • La condivisione con il proprio Studio, con gruppi di colleghi o con tutti gli utenti di Notaria: documenti, spunti, idee e pareri;
  • L’aggiornamento professionale, attraverso news quotidiane, informazioni aggiornate e/o condivise da colleghi.

Societario e Visure Camerali

  • Sono stati aggiornati i CAP dei comuni in provincia di Milano
  • Aggiornamento dei codici in tabella ORG
  • Aggiornamento delle occorrenze nel riquadro 32 dei moduli S1 e S2 (da 15 a 25 occorrenze)

Black box

  • Introdotta la versione 7.1.26 dei controlli Sogei

Sono inoltre presenti interventi minori e di consolidamento.

 

Qualora fosse interessato ad approfondire le novità introdotte con gli ultimi aggiornamenti la invitiamo a contattare il Suo centro di assistenza di riferimento.

DL “Sostegni-Bis” e agevolazioni prima casa: la proposta di clausole di Assonotailombardia

In data 26 maggio 2021 è entrato in vigore il Decreto Legge 25 maggio 2021, n. 73, cosiddetto “Sostegni-bis”. All’art. 64, commi 6 e seguenti, il Decreto contiene importanti agevolazioni per gli acquisti e i mutui di giovani “under 36”, con i conseguenti riflessi sull’attività professionale dei notai.

Di seguito potete trovare una prima proposta di clausole elaborate dall’Associazione Sindacale dei Notai della Lombardia, in particolare dai notai Lucia Folladori, Beatrice Ratti di Desio Levi e Alessandro Ottolina, e che potranno essere utilizzate in sede di prima applicazione delle agevolazioni. Si tratta, come è evidente, di una prima proposta di Assonotailombardia all’attenzione dei Colleghi:

Clausola per atti soggetti a IVA

Le parti danno atto che il presente trasferimento è soggetto a I.V.A. La parte acquirente richiede l’applicazione di tale imposta con aliquota agevolata del 4%, in base all’art. 21 della tabella parte seconda allegata al D.P.R. 26 ottobre 1972 n. 633, avendo il presente atto ad oggetto il trasferimento di casa di abitazione non classificata o classificabile nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e sue pertinenze, e ricorrendo le condizioni di cui alla nota II – bis dell’art. 1 della tariffa parte prima allegata A al D.P.R. 26 aprile 1986 n. 131.

Ai fini di tale agevolazione la parte acquirente dichiara:

  • che l’immobile acquistato è ubicato nel territorio del Comune in cui essa parte acquirente ha la propria residenza;(ovvero: che l’immobile acquistato è ubicato nel territorio del Comune ove essa parte acquirente intende stabilire la propria residenza entro diciotto mesi dalla data del presente atto);
  • di non essere titolare esclusiva o in comunione con il coniuge dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune in cui è ubicato l’immobile acquistato con il presente atto;
  • di non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale, su tutto il territorio nazionale, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà, su altra casa di abitazione acquistata da essa parte acquirente o dal coniuge con le agevolazioni richieste per il presente atto o con quelle previste dalle leggi indicate alla lettera c) della citata Nota II bis;

La parte acquirente richiede inoltre le agevolazioni previste dal D.L. 73/2021, art. 64, ed in particolare l’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale di cui al comma 6 del predetto articolo, nonché il credito di imposta di cui al comma 7 del medesimo articolo; a tal fine, la parte acquirente dichiara:

  • di non aver ancora compiuto né di compiere trentasei anni di età nell’anno corrente;
  • di avere un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente, stabilito ai sensi del regolamento di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159, (ISEE) non superiore a 40.000 euro annui.

In particolare, la parte acquirente chiede che le sia riconosciuto un credito di imposta di ammontare pari all’imposta sul valore aggiunto corrisposta in relazione all’acquisto. Tale credito d’imposta potrà essere portato in diminuzione delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, sulle successioni e donazioni dovute sugli atti e sulle denunce presentati dopo la data di acquisizione del credito, ovvero potrà essere utilizzato in diminuzione delle imposte sui redditi delle persone fisiche dovute in base alla dichiarazione da presentare successivamente alla data dell’acquisto; potrà altresì essere utilizzato in compensazione ai sensi del decreto legislativo 9 luglio 1997 n. 241. Il credito d’imposta in ogni caso non dà luogo a rimborsi.

Clausola per atti soggetti a imposta di registro

La parte acquirente richiede le agevolazioni previste dal D.L. 73/2021 art. 64 e dalla Nota II-bis all’articolo 1, della tariffa, parte prima, allegata al testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta  di  registro,  approvato  con   decreto  del Presidente della repubblica 26  aprile  1986,  n.  131, e dichiara a tal fine:

  • di non aver ancora compiuto né di compiere trentasei anni di età nell’anno corrente;
  • di avere un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente, stabilito ai sensi del regolamento di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159, (ISEE) non superiore a 40.000 euro annui.

La parte acquirente dichiara inoltre:

  • che l’immobile acquistato è ubicato nel territorio del Comune in cui essa parte acquirente ha la propria residenza;(ovvero: che l’immobile acquistato è ubicato nel territorio del Comune ove essa parte acquirente intende stabilire la propria residenza entro diciotto mesi dalla data del presente atto);
  • di non essere titolare esclusiva o in comunione con il coniuge dei diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione di altra casa di abitazione nel territorio del Comune in cui è ubicato l’immobile acquistato con il presente atto;
  • di non essere titolare, neppure per quote, anche in regime di comunione legale, su tutto il territorio nazionale, dei diritti di proprietà, usufrutto, uso, abitazione e nuda proprietà, su altra casa di abitazione acquistata da essa parte acquirente o dal coniuge con le agevolazioni richieste per il presente atto o con quelle previste dalle leggi indicate alla lettera c) della citata Nota II bis;
  • che l’immobile acquistato non rientra nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9.

Ove occorra, la parte acquirente:

  • richiede di assumere come base imponibile per l’imposta di registro (ove effettivamente applicabile), ai sensi dell’art. 1, comma 497, legge 266/2005, il c.d. “valore catastale” delle porzioni immobiliari ad uso abitativo e/o delle relative pertinenze, oggetto del presente atto, determinato ai sensi dell’art. 52, commi 4 e 5, D.P.R. 131/1986, pari a complessivi euro […]. A tal riguardo dichiara di non agire nel presente atto nell’esercizio di attività commerciali, artistiche o professionali. Ai fini repertoriali si applica la riduzione di cui alla citata norma;
  • dichiara di avere già corrisposto in sede di registrazione del preliminare di vendita (registrato all’Agenzia delle Entrate di […] il […] protocollo telematico […]) la somma di euro […], chiedendo pertanto che detta somma venga imputata a quanto eventualmente dovuto in sede di registrazione del presente atto.

Clausola per finanziamenti a medio/lungo termine

Ai fini del trattamento tributario la Banca, con il consenso della Parte Mutuataria, opta per l’applicazione dell’imposta di cui agli artt. 15 e seguenti del D.P.R. 29 settembre 1973 n. 601 e successive modificazioni.

Le parti richiedono il trattamento fiscale di cui al comma 8 dell’art. 64 del D.L. 73/2021 e la parte mutuataria dichiara che ricorrono le condizioni e i requisiti di cui al comma 6 del citato art. 64 del D.L. 73/2021 ed in particolare:

  • che il presente finanziamento è erogato per l’acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di immobili ad uso abitativo “prima casa” di abitazione, ad eccezione di quelle di categoria catastale A1, A8 e A9, come definite dalla nota II-bis all’articolo 1, della tariffa, parte prima, allegata al testo unico delle disposizioni concernenti l’imposta di registro, approvato con decreto del Presidente della repubblica 26 aprile 1986, n. 131,
  • di non aver ancora compiuto né di compiere trentasei anni di età nell’anno corrente;
  • di avere un valore dell’indicatore della situazione economica equivalente, stabilito ai sensi del regolamento di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 5 dicembre 2013, n. 159, (ISEE) non superiore a 40.000 euro annui.

Il presente finanziamento è pertanto esente dall’imposta sostitutiva delle imposte di registro, di bollo, ipotecarie e catastali e delle tasse sulle concessioni governative, prevista in ragione dello 0,25 % dall’articolo 18 del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 601.

Fonte: Assonotailombardia.it.

Notaria – articolo a cura di Guido Brotto

Il formulario è stato realizzato dal notaio Guido Brotto con l’ausilio tecnico del Polo Notarile Zucchetti ed è nato dall’esigenza professionale di avere uno strumento che dia un aiuto concreto nell’operare quotidiano nella redazione degli atti.

L’esperienza pratica del notaio Guido Brotto ha consentito di fornire dei modelli redazionali di atti notarili, e della documentazione secondaria, che permettono di velocizzarne la relativa redazione.

Il risultato è un prodotto di semplice e facile utilizzo che si propone come obiettivo primario di conseguire una proceduralizzazione nella scrittura dei principali atti che si stipulano negli studi notarili.

Si ritiene un errore redigere un atto sulla base di un testo caratterizzante un rogito già stipulato; prassi piuttosto diffusa ma spesso foriera di molteplici errori e/o refusi.

Per queste ragioni, il formulario notarile digitale si propone di affiancare l’utente nella redazione di ogni singola clausola, avendo particolare cura di orientarlo nella scelta – anche tra le numerose ipotesi fiscali – di individuare quella più opportuna al caso concreto.

Al mese aprile 2021 il formulario si costituisce da oltre 500 minute, oltre 2500 clausole e 1.000 scelte e si integra con i software notarili di Zucchetti.

 

 

Articolo originale: https://www.formularionotarile.it/presentazione-formulario-notarile-digitale/